GLI APPARECCHI ACUSTICI

COME SI CLASSIFICANO

 

PER LA FORMA

Gli apparecchi acustici a seconda del modo con il quale si indossano si suddividono in tre grandi famiglie:

 

ENDOAURICOLARI: sono realizzati completamente su misura e vengono alloggiati unicamente dentro il condotto uditivo. Sono indicati per perdite da lievi a medio-gravi per soddisfare pienamente esigenze di amplificazione ma anche estetiche. Grazie alla notevole spinta verso la miniaturizzazione, ve ne sono di modelli che scompaiono nascondendosi completamente all’interno del condotto uditivo.

 

RETROAURICOLARI: vengono posizionati dietro il padiglione auricolare e il suono amplificato viene convogliato nel condotto uditivo tramite un piccolo tubicino trasparente o un piccolissimo filo a conduzione elettrica. Sulla parte terminale è collegato un adattatore standard o su misura che si adagia nel condotto uditivo.

 

      Gli apparecchi acustici retroauricolari si suddividono, a loro volta, in:

      OPEN FITTING: rappresentano la soluzione più innovativa e più piccola: quasi invisibile, leggera e quindi assai confortevole. Caratterizzata da un tubicino molto sottile o da un sottilissimo filo elettrico che terminano in un piccolissimo accoppiatore morbido e prevalentemente forato (cupolina siliconica) che va a collocarsi all'interno del condotto uditivo, lasciando l'orecchio il più libero ed areato possibile. Sono indicati per perdite uditive lievi e medie con una buona conservazione delle frequenze gravi.

      E nei casi di perdite più importanti (medie e gravi), grazie alla estrema versatilità che li contraddistingue, è possibile sostituire alla cupolina siliconica una micro chiocciolina realizzata su misura.

 

      BTE CLASSICI: un discreto e sottile tubicino che termina in una chiocciolina realizzata su misura del condotto uditivo convoglia il suono all'interno dell'orecchio. La soluzione è indicata per perdite uditive medio-gravi.

 

OCCHIALE: il circuito d’amplificazione è alloggiato entro le aste dell’occhiale. Da esse si può dipartire un piccolo tubicino con un accoppiatore che convoglia il segnale all’interno del condotto uditivo (occhiale per via aerea) o, più verosimilmente, le aste terminano in un vibratore che meccanicamente trasmette il suono attraverso l’osso della mastoide (occhiale per via ossea). Quest’ultimo tipo è indicato per perdite di tipo trasmissivo.

 

 

PER LA TECNOLOGIA

A seconda della tecnologia di trasmissione del segnale gli apparecchi acustici si suddividono in:

 

ANALOGICI: hanno una regolazione dell’amplificazione che avviene in modo manuale, agendo su piccoli potenziometri o trimmer da parte dell’audioprotesista e sulla rotellina del volume da parte dell’utente finale. Non sono, quindi, automatici e rappresentano ormai una tecnologia obsoleta.

 

PROGRAMMABILI: attraverso il collegamento con un computer la taratura viene memorizzata nell’apparecchio stesso. Questa tecnica permette di avere un numero maggiore di regolazioni e di poter inserire dei programmi adatti a varie situazioni ambientali (es. ristorante, musica ecc...)

 

DIGITALI: sono adattati con la massima specificità a seconda della perdita uditiva: grazie al microprocessore interno che opera una elaborazione digitale del suono (DSP) in tempo reale, sono in grado di svolgere milioni di operazioni ogni secondo. Viene regolata l’amplificazione in modo selettivo frequenza per frequenza, viene elaborato in modo automatico il suono in ingresso a seconda dell’ambiente nel quale ci si trova, separando la voce dal rumore, rendendo più confortevole l’ascolto anche in situazioni difficili quali il ristorante, la chiesa, il teatro, la radio, la televisione, il telefono ecc... Inoltre quelli di ultima generazione sono direttamente collegabili in modalità senza fili a telefoni cellulari, TV ed ausili audio bluetooth. Rappresentano ad oggi lo standard utilizzato per la correzione delle perdite uditive.

Acustica s.a.s. di Latini Stefano - Via Borgo Santa Caterina 44/c - 24124 BERGAMO

 

Tel: 035 5295140 - 328 4938846 

 

E-mail: acusticalatini@libero.it        Skype: stefano_latini             Facebook: https://facebook.com/AcusticaLatini

 

 

Codice Fiscale e Partita Iva: 02475600165            Copyright © 2015-2018 Acustica s.a.s. di Latini Stefano - Tutti i diritti riservati

Pergamena 2: CENTRO CONVENZIONATO ASL-INAIL FORNITURA PROTESI GRATUITE AGLI AVENTI DIRITTO